Struttura

Grazie alla volontà dell’assessorato alle Politiche Sociali e Sanitarie della Provincia di Mantova, il progetto è nato da un’idea di Daniele Goldoni, con il quale collaborano alla direzione artistica Enrico Alberini e Giona Scanavini.

Ars Educandi, associazione di volontariato no-profit a scopo sociale, organizza questo importante percorso di integrazione delle diversità, in collaborazione con l’amministrazione provinciale e comunale di Mantova e in partnership con la fondazione Mantova Capitale Europea dello Spettacolo – Umberto Artioli.

Si ringrazia Pierpaolo Parogni per la collaborazione prestata nella scelta delle opere e nell’allestimento delle mostre.

L’intento degli organizzatori di coniugare l’arte al dibattito, la festa alla riflessione, si articola in momenti differenti, sia per contenuto della proposta, sia per target di riferimento, raggruppabili in quattro aree.

Mostra
Nello spazio di Palazzo della Ragione, perno della manifestazione attorno al quale ruotano gli altri eventi, è allestita un’esposizione d’arte contemporanea cui partecipano con opere prime o inedite, ispirate al tema di ogni edizione, pittori, scultori e fotografi, selezionati mediante bando di concorso.

Performance
Integrate nello spazio espositivo della mostra, si svolgono performance dal vivo, con particolare riguardo ad opere video, realizzate appositamente per la manifestazione.

Approfondimenti
L’area dedicata ai dibattiti pubblici è popolata da occasioni d’incontro in grado di favorire la riflessione e una reale condivisione e circolazione d’idee. Le associazioni che vogliono contribuire ad arricchire la programmazione degl’inerventi segnalano agli organizzatori la loro disponibilità.

Laboratori didattici
Ogni mattina sono previsti i laboratori didattici dedicati agli studenti che, mediante l’animazione e il gioco, vogliono condividere con insegnanti ed educatori un percorso di riflessione sui diritti umani.